Comunicato Stampa 2018

Come ogni anno torna il Festival della Letteratura di Arcore, un appuntamento che sta diventando sempre più un punto di riferimento culturale non solo per la città di Arcore e per la Brianza, ma anche per tutta la Lombardia. La sensibilità e la lungimiranza dell’amministrazione comunale, che ha sempre creduto e sostenuto l’ampiezza propositiva dell’offerta artistica e culturale presentata dal Festival, ha consentito alla manifestazione di crescere costantemente e di evolversi per poi giungere sino alla quarta edizione.

La conferma del lungo raggio di portata della proposta culturale e artistica offerta, ha consentito che la manifestazione potesse assumere definitivamente il titolo di FESTIVAL DELLA CULTURA, accanto al quale anche quest’anno il gruppo ACSM AGAM con la controllata ENERXENIA, è l’autorevole main sponsor.

Da qui una programmazione ancora più libera ed estesa ed un nuovo “simbolo grafico “del Festival, ideato e realizzato, con il supporto del Comitato Scientifico, dalla giovane grafica arcorese Giulia Manfredi.

Con la letteratura come base, all’interno della programmazione sono previsti momenti dedicati alla musica con il più celebre critico musicale italiano, Mario Luzzatto Fegiz, Angelo Mantovani, Stefano Salvatori e Suoni d’ombra, il ritorno degli Spirabilia quintet e di un’inaugurazione del Festival straordinaria, con un autentico Galà Lirico al Teatro Nuovo.

Per il cinema e il teatro, dopo aver ospitato nel 2017 il regista Pupi Avati, arriva al Festival di Arcore l’attrice Silvana Fallisi, il regista Stefano Riccioni e ben due spettacoli teatrali, con la scrittrice e storica assistente di Giorgio Strehler, Stella Casiraghi che grazie ad un libro per ragazzi crea un autentico fil-rouge con l’atteso YOUNG FESTIVAL.

L’attenzione alle giovani eccellenze del nostro territorio è una prerogativa fondante dell’intera manifestazione con protagonisti, nella nuova edizione, del gruppo musicale Wild Koales acustic trio, l’enfant prodige Sara Rordorf, gli scrittori Luigi della Rosa e Francesco Sironi. Per la sezione YOUNG FESTIVAL sarà molto interessante ascoltare anche le parole dei tre ragazzi Matteo Colombo, Luca Priori e Pietro Fassina nella presentazione del libro Study Building scritto dal prof. Raffaele Mantegazza.

L’arte come sempre è al centro della manifestazione che ripropone per la terza volta consecutiva il Parco delle Sculture del Parco di Villa Borromeo, un autentica esplosione di creatività che accompagna i visitatori alle Scuderie, autentico fulcro attorno al quale ruotano la maggior parte degli eventi. Ritornano quest’anno le opere di Sonia Scaccabarozzi, Simona Ripamonti e Alessio Ceruti nel Parco e Chiara Rossato nell’elegante Sala Camino. Il Toro di Ambro che ha molto fatto parlare nelle precedenti edizioni è stato sostituito con l’opera “Impetus”, un toro di dimensioni ancora maggiori e con una forza espressiva decisamente amplificata, un simbolo di energia ed eleganza che accoglierà per un intero mese il pubblico in transito verso la Splendida Villa Borromeo. L’arte è al centro, ancora una volta con una importante mostra dedicata ad un protagonista dell’arte contemporanea del novecento, ALIK CAVALIERE, al quale anche Palazzo Reale dedicherà a breve un’imponente antologica. Ad Arcore saranno esposte opere dedicate all’ORLANDO FURIOSO, non presenti a Milano, con sculture e grandi dipinti che avvolgeranno i visitatori nel cortile coperto delle Scuderie di Villa Borromeo. Si ringrazia per la concreta collaborazione Fania Cavaliere, che a sua volta presenterà il libro dedicato alla madre di Alik, Fanny Kaufmann, famosa artista russa, si ringrazia il trasportatore Caloni (sponsor tecnico) sempre molto sensibile al mondo dell’arte. Per l’Orlando Furioso, rappresentato artisticamente da Alik Cavaliere, al quale è dedicata questa edizione del festival, è prevista una speciale performance lirica all’inaugurazione della mostra, con gli allievi di Cristina Dominguez dell’associazione “Non solo musica” ed una conferenza con Alessandro Pazzi e Simona Bartolena. L’arte sarà rappresentata anche dallo spettacolo teatrale dedicato a Caravaggio, la conferenza del fotografo Giorgio Fossati con l’ambizioso progetto dedicato alla Madonna Sistina di Raffaello ed esposto in questo momento allo Spazio Viterbi di Bergamo, ed ancora, la presentazione ufficiale tra le mura della nuova Villa Borromeo D’Adda del restauro del dipinto del Nuvolone con il giovane storico Damiano Spinelli e l’esposizione dei disegni di Carlo Poliseno in Sala Camino.

La poesia, rappresentata in questa edizione, dal celebre ALBERTO CASIRAGHY torna con un interessante e inedito e confronto con Silvana Fallisi e con un reading nella splendida Cappella Vela con la poetessa Sabrina Caciotto. Un’autentica novità alla quale è riservata grande importanza è il nuovo settore LEGALITA’ per il quale gli studenti dell’Istituto IPSIA G.MERONI hanno svolto uno studio per la realizzazione di un apposito logo. L’analisi dei progetti presentati ha portato la giuria, composta dal Comitato Scientifico del Festival a scegliere l’idea della giovane Giorgia Bertolini della 4TGC1. Si ringrazia per la collaborazione il Dirigente Scolastico Carmelo Catalano e la prof.ssa Erica Savoia e si ricorda che anche lo storico logo del Festival della Letteratura, quello della prima edizione del 2015 era stato ideato dall’IIS IPSIA G. Meroni di Lissone.

Nell’ambito legalità saranno protagonisti della manifestazione due rappresentazioni teatrali, quella della Compagnia il Quadrifoglio dal titolo “E ora che si fa” e l’evento “Inchiostri d’amore” con i carteggi recitati, tra Alberto Dalla Chiesa e Emanuela Setti Carraro.

Saranno moltissime le donne straordinarie presenti al Festival con i loro libri e le loro storie, lungo tutto il percorso del Festival ascolteremo e ci commuoveremo con la giovanissima Elisa Luvarà, la sportiva e modella Roxana Dobrica, Elisabetta Sangalli, Carmela Scotti, la celebre speaker radiofonica di Radio Lombardia Emanuela Donghi.  Durante tutta la manifestazione cappeggerà orgogliosamente il logo della Onlus Doppia Difesa creata da Michelle Hunziker e Giulia Buongiorno 11 anni fa’ e la giornata del 2 giugno sarà interamente dedicata alle donne con una speciale sorpresa (alle 16.30) “confezionata” dalla stessa celebre conduttrice televisiva che però non potrà essere fisicamente presente.  Nella stessa giornata alle 17.30 è prevista una speciale tavola rotonda interamente dedicate alle donne con Paola Palma, Assessore alla Cultura del Comune di Arcore, Lucica Bianchi Assessore alla Cultura del Comune di Talamona (So), le artiste Cristiana Zamboni e Sonia Scaccabarozzi e la psicologa R. Ljuba Lucariello (Centro il Melograno).

Non mancheranno le possibilità di confronto con l’universo dell’istruzione ed il valore della cultura con il noto Nando Dalla Chiesa, Roberto Motta Sosa ci accoglierà poi in un viaggio/analisi dell’affascinante e controverso Medio Oriente moderato dal Presidente del Premio Letterario di Arcore Cheikh Tediane Gaye. “Metti giù quel cellulare” è il titolo del libro scritto dal famoso giornalista Aldo Cazzullo, protagonista di una serata che offrirà senza alcun dubbio nuovi spunti di riflessione e la possibilità di conoscere da vicino uno dei più importanti giornalisti italiani e noto editorialista del Corriere della Sera che per l’occasione sarà moderato da Stella Casiraghi.

Per ben due volte il Festival vedrà i suoi appuntamenti durante la sera nel Parco di Villa Borromeo con un evento dedicato ai i più piccoli e non solo, si tratta di uno speciale laboratorio organizzato da Melting Pot dal curioso titolo “Letture per civette e pipistrelli”; ed un gran finale serale, che è già diventato tradizione, in cui le opere del Parco delle Sculture 

prenderanno idealmente vita attraverso la musica, le letture, le luci e le sorprese.  Anche in questo ambito uno speciale ringraziamento è dovuto all’attrice e lettrice straordinaria Paola Donati.

In conclusione il ringraziamento dovuto in primis all’amministrazione comunale a partire dal Sindaco Rosalba Colombo per aver creduto con grande energia alla scommessa sulla cultura, all’Assessore alla Cultura Paola Palma per la passione e la forza d’animo che da sempre accompagna ogni sua azione per la città di Arcore.

Caterina Fedeli, Simona Carcano, Sergio Brambilla, Giulia Manfredi, Paola Patrizia Riva, sono i componenti del Comitato Scientifico del quale sono particolarmente orgoglioso perché è un gruppo di ragazzi che per mesi ha lavorato duro senza sosta e senza orari per la buona riuscita della manifestazione, senza loro tutto questo non sarebbe stato possibile.

Uno speciale ringraziamento per la mostra di Alik Cavaliere a Edoardo Redaelli, Marco Penati, per la parte tecnica e logistica Aldo Ponzo e a tutti i ragazzi dei licei che parteciperanno allo stage scuola-lavoro.

Accanto al Festival della Letteratura con un ruolo di co-protagonisti sono i Commercianti di Arcore con in quali quest’anno si è intensificata la collaborazione offrendo alla cittadinanza la possibilità di trovare il Festival anche attraverso le ramificazioni che pian piano si stanno estendendo e offrendo nuove opportunità di collaborazioni e condivisioni di idee e progetti con chi tutti i giorni si occupa di “fare impresa” con grande professionalità. A tutti gli esercizi che hanno aderito al Festival della Cultura 2018 va il ringraziamento di tutta l’organizzazione.

Seguendo le parole dell’assessore alla Cultura Paola Palma:

 “CONTINUIAMO A RESPIRARE CULTURA”.

 

Alberto Moioli

 

Infoline: Tel 039.6017353

E – mail:  serviziculturali@comune.arcore.mb.it

www.comune.arcore.mb.it

www.facebook.com/ComuneArcore.cultura

 

PressOffice:

mail to: moiolipress@gmail.com

tel. +39 349 05 22 793

 

Sito internet: www.festivaldellacultura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

torna all'inizio